Butac

Perché Butac non aiuta, ma anzi alimenta la disinformazione in Siria : Butac ha fatto un altro servizio supponente, che pretende di far luce su ciò che è vero e cio che è falso in Siria, o quanto meno di smascherare bufale e personalità non attendibili.
Il servizio scrive a proposito dei 14 agenti stranieri, che il governo siriano dichiara aver arrestato in Aleppo, e a riguardo la credibilità dell’ambasciatore siriano al Onu, che ne dichiarava l’arresto.15977234_1814960932085597_1475696383306536137_n
In dicembre l’ambasciatore Al Jaffari, mal coaudiuvato dal suo staff, espose 2 foto di salvataggio e soccorso effettuato da soldati siriani in Aleppo , verso i civili (https://m.facebook.com/story.php…) . Una delle 2 foto era del Iraq, l ‘altra di Aleppo. Ovviamente il mondo ha ignorato la seconda e fatto consocere la prima.
In realtà Al Jaffari avrebbe potuto mostrare decine di foto , vere, di civili salvati, aiutati o che baciavano e ringraziavano i soldati siriani (https://www.facebook.com/ItalySupportsBasharAlAssad/posts/1805428869696897) , immagini, prese da video senza ombra di dubbio provenienti da Aleppo, e davvero impossibili da riprodurre in laboratorio (https://www.facebook.com/syrian.reporters/videos/1241098595935711/?hc_ref=PAGES_TIMELINE) ma , sostanzialmente ignorate (censurate probabilmente ), dai grandi Network occidentali e sunniti.
Riguardo gli agenti , non è la prima volta, che viene denunciata la presenza di operativi di servizi segreti stranieri, occidentali , turchi e dei paesi arabi, e non è nemmeno un fatto sorprendente .
Denuncie che provengono anche dai Media del Mainstream, sia pure quando cambiano i connotati politici della vicenda (ovvero agenti dei servizi francesi che passano con Alqaeda http://www.corriere.it/…/anche-007-francese-traditore-bersa… ), o dagli stessi ribelli siriani, come quando riprendevano la visita in Aleppo, nel del generale americano La Vallely, ufficialmente in pensione, anche se attivo in missioni diplomatiche in Ucraina e Siria ( video poi ripreso dai lealisti sirianihttps://www.youtube.com/attribution_link…)
La Vallely, oltretutto, non è uno qualunque, ma è l’autore di un manuale sulle operazioni coperte, guerra psicologica e contro insurgenza (in collaborazione con il satanista ed ex ufficiale dei servizi segreti della marina, Aquino http://www.abeldanger.net/…/us-armypentagonnsas-six-degrees… ).
Non si capisce d’altronde perché nascondere o dubitare di un sostegno, ufficiale, con tanto di budget pubblicato a beneficio de senato Usa, verso la ribellione siriana. Un sostegno, che per le stesse dinamiche ha bisogno di consulenti , addestratori e operativi, che perlomeno in determinate occasioni, si spostino sul campo, per meglio operare.
Insomma nulla di differente da quanto avvenne in Salvador, Honduras, Afganistan e molti altri luoghi.
Allo stato attuale, non sappiamo infatti se ci siano 14 agenti detenuti dall’esercito siriano, ma sappiamo che l’affermazione in sede Onu, di un ambasciatore, non va mai presa alla leggera, che non vi è stata né risposta, nemmeno per sbugiardare e giovare dell ‘altrui errore .
Tutto questo viene interpretato da quelli di Butac, come mancanza di considerazione, per un ambasciatore che ha pubblicato 1, e sottolineo Una, foto errata, nell’ambito di un contesto, dove aveva a disposizione, decine, se non centinaia, di foto e video (https://www.facebook.com/syrian.reporters/videos/1240665925978978/?hc_ref=PAGES_TIMELINE )a completo supporto delle sue affermazioni (https://www.facebook.com/syrian.reporters/videos/1241139049264999/?hc_ref=PAGES_TIMELINE)
Un caso ben diverso, in sostanza da quello dell ex ambasciatore americano Bolton, che assieme a Colin Powell, mostro 3 foto farluche su prove del programma chimico iraqeno, che si rivelò falso in ogni suo aspetto, ma nonostante questo, non ha mai perso la credibilità che il suo ruolo istituzionale, impone.
Qui altri video che documentano azioni di salvataggio di civili e bambini, effettuate da soldati siriani nel mezzo degli scontri , e ricongiungimenti familiari tra soldati siriani e genitori, sorelle o fratelli , che vivevano in Aleppo est (materiale di novembre e dicembre 2016 https://m.facebook.com/story.php…) e (https://www.facebook.com/syrian.reporters/videos/1238949492817288/)
(Questa foto è di Aleppo , ed è una delle due mostrate da Al Jaffari alOnu, evidentemente fa comodo non usarla )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...