I sopravvissuti di Kuweyris

La storia dei ragazzi assediati alla base di Kurelleis é qualcosa di enorme e commovente.  Quasi ognuno dei 314 soldati liberati, presentava ferite e malattie, al momento della liberazione.
Avevano  passato 35 mesi, con scarsita di luce e acqua, arrivando in certi periodi, a mangiare una volta ogni 2 giorni.
Durante questo supplizio, venivano costantemente attaccati dall Isis.
Rifiutarono , un offerta a consegnarsi e pentirsi,  in cambio salva la vita.
Se fossero stati americani, vedreste sicuramente loro storia in un kolossal di Hollywood, interpretato da alcuni dei migliori attori in circolazione,   Con colonne sonore, e scene struggenti, per  ricordarci quanto questi ragazzi amavano la propria patria, e i propri compagni.
Ma non sono americani, sono siriani, e per giunta leali al loro governo.
Quindi verrano sostanzialmente ignorati dal mondo.

Non da noi comunque,  e dal giornalista italiano Gian Micalessin, che preparò un servizio per il pubblico italiano.

Quelle che seguono sono alcune tra le foto e i video più suggestivi.

12243201_742753722497238_8013048438766138652_n
Il tenente Lyhad in posa durante l’assedio, dove ha passato 4 anni della sua vita.

Il servizio curato da Gian Micalessin, in italiano,  che ripercorre la loro drammatica storia

12232735_892732827479151_6731683430508478259_o
Il figlio partecipa all’offensiva per liberare il padre assediato nella base

 

Annunci

Un pensiero riguardo “I sopravvissuti di Kuweyris

  1. Cosa dire? Grazie a questi nostri soldati e compagni che hanno dimostrato al mondo intero, quello che sa vedere e che vuole vedere e non solo guardare, chi in Siria combatte veramente i ratti tagliagole-

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...