Yajsh al tahrir al falastani, brigata palestinese siriana pro governo

Jaysh al-Tahrir al-Falastini

 

JayshTahrirFalastini
Emblema della Jaysh al-Tahrir al-Falastini. In alto: “Il martirio o la vittoria.”

Jaysh al-Tahrir al-Falastini è la ‘Esercito di Liberazione della Palestina.’ Questa milizia in Siria è guidata da  Muhammad Tariq al-Khadra ‘, che  dichiara  la guerra civile in Siria,  come : “Il  barbaro complotto internazionale contro la Siria e la nazione araba si propone per suddividere e ripartizionare questa nazione per formare micro entità deboli e  settaria e portare le entità interne in conflitto tra loro, così da giustificare giustificare la creazione di’entità razziste sul modello ebraico dello stato sionista, che domina di fatto tutta la nazione araba “.

Jaysh al-Tahrir al-Falastini ha combattuto in una varietà di impegni nel corso degli anni, come ad esempio in Adra nella zona di Damasco  e più recentemente (aprile 2015) in provincia di Suwayda settentrionale , dove il gruppo ha perso 13 combattenti.

1439297582_content_thumb

Altre battaglie recenti comprendono Darayya nella zona di Damasco , Tel al-Sawansulle periferie di Douma nella zona di Damasco, l’assedio di Moadhamiya al-Sham, e forse il più controverso, l’attacco in corso sui ribelli Zabadani, come da screenshot dal video qui sotto.

 

jayshtahrirfalastinizabadani
“Dal cuore della Zabadani: la strada di al-Quds. Gli Uomini di Jaysh al-Tahrir al-Falastini “.

In questo contesto, Jaysh al-Tahrir al-Falastini ha annunciato il mese scorso un ‘martire’ nelle battaglie Zabadani: Muhammad Ali Saba’i , originario del campo profughi Handarat della provincia di Aleppo. In totale, secondo lo stesso rapporto, il movimento ha documentato 142 ‘martiri’ Jaysh al-Tahrir al-Falastini in Siria, a gennaio 2016.

Spesso però milizie politicizzate di questo tipo, annunciano anche come loro,  i caduti aderenti al movimento che però combattevano nelle file del’esercito nazionale. La milizia dovrebbe contare su 4500 uomini circa, attivi nell’area della capitale,  e provenienti soprattutto da Damasco e dal suo hinterland.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...